CRDSARCHITETTI







EX SONNINO DI BESOZZO



























Un ex edificio industriale situato tra il fiume Bardello e la collina, un manufatto esistente che, costituito da tre corpi di fabbrica ripiegati a formare una corte stretta e allungata, definisce uno "spessore" costruito al quale riconsegnare l'identitÓ di luogo centrale e di spazio ritrovato.
Un "dentro" e un "fuori", tra la necessitÓ di ricomporre un fronte urbano sulla strada che Óncora l'impianto al centro della cittÓ di Besozzo e la volontÓ di stabilire un rapporto pi¨ solido con gli elementi del paesaggio naturale: il fiume, le sponde, il parco.
Il progetto lavora sulla costante contrapposizione tra interno/esterno, natura/artificio, solido/permeabile: alla "durezza" di un fronte urbano ripensato come un muro articolato e nervato da corpi aggettanti si contrappone il tentativo di trasformare l'interno introverso in uno spazio pubblico, una nuova piazza con lo sguardo privilegiato verso il fiume. Il suolo e i salti di quota divengono l'elemento portante dell'intero progetto, il piano di riferimento per la costruzione di una nuova scena urbana.
La "manica lunga" che si sviluppa lungo la strada ospita le nuove case-lavoro su tre livelli, la buvette, gli spazi per le associazioni; il corpo sul fiume accoglie il centro diurno per gli anziani, con la sala per le feste e i ritrovi; l'elemento massiccio sul lato ovest Ŕ pensato come grande spazio dedicato all'arte e alla vita degli artisti locali e non, con luoghi per l'esposizione, la videoproiezione e l'insegnamento.

Progetto di concorso: 2016, primo premio
Progetto: Roberta Cattorini,
Stefano Diene
Sito: via De Bernardi
Superficie edifici: 7.500mq
Tipologia: edifici pubblici per la cultura, la residenza e il tempo libero